Blog: http://mattinale.ilcannocchiale.it

Traffico rifiuti a Bari: tra gli arrestati anche segretario di Rifondazione comunista in lista per la Camera

Un'operazione per smantellare un traffico illecito di rifiuti di rilevante entità è stata compiuta stamane dai carabinieri del Noe di Bari e da quelli dei comandi territoriali di Bari e provincia e di Roma che hanno eseguito ordinanze di custodia cautelare nei confronti di 13 persone, in gran parte noti imprenditori del settore. Nella discarica - impianto del valore di 200 milioni di euro - i carabinieri hanno accertato, tra l'altro, che erano stati versati rifiuti per 400 mila metri cubi, circa il doppio rispetto alla capienza. Inoltre - a quanto si è saputo - sono state riscontrate alterazioni prodotte nell'impianto al sistema di rilevazione dell'inquinamento della falda acquifera: erano stati cioé fatti sparire - secondo gli accertamenti degli investigatori - i pozzi di monitoraggio della falda, perché dai prelievi di routine sarebbe emerso che essa era stata gravemente inquinata, e ne erano stati creati altri che non pescavano nella falda e non davano quindi risultati negativi. Tra gli imprenditori è stato arrestato Carlo Dante Columella, amministratore della Tradeco srl, di Altamura (Bari) e principale azionista della società Cobema che gestiva la discarica di Canosa di Puglia sulla quale si sono concentrate le investigazioni dei militari e della magistratura di Trani. L'esponente di Rifondazione comunista è Raffaele Crivelli, che è stato anche sindaco di Altamura e che è candidato alla Camera in uno dei posti al vertice della lista del Prc per la Puglia. Crivelli è dirigente della Tradeco: a quanto è stato reso noto, anche lui, con Columella e varie altre persone dell'entourage di quest'ultimo, è accusato di associazione per delinquere finalizzata al traffico illecito di rifiuti.

Pubblicato il 15/3/2006 alle 13.16 nella rubrica Soldi.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web